Caratello – I vini italiani
Deal des Tages

Panoramica regioni

Basilicata

Basilicata

La Basilicata rappresenta il “piede dello stivale” italiano. Confina con la Puglia, la Calabria e la Campania e contiene un piccolo tratto di costa su entrambi i litorali del Tirreno e dello Ionio. Il nome "Basilicata" compare per la prima volta nel X secolo sotto il dominio bizantino.

Gli altopiani montuosi sono costituiti da terre vulcaniche ricche di minerali e rocce sedimentarie di origine marina con presenza di argilla, calcare e sabbia. Numerosi sono i corsi d'acqua che li attraversano. I vigneti coprono 4000 ettari di superficie e sono suddivisi in innumerevoli piccoli appezzamenti. Le aree più grandi si trovano a est, vicino alla città di Matera, nelle valli fluviali e nella pianura costiera del Mar Ionio intorno a Metaponto. Matera, con i suoi insediamenti rupestri (i famosi Sassi di Matera), fa parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il vitigno rosso dominante qui è l'Aglianico. Sono in produzione anche Aleatico, Bombino Nero, Ciliegiolo, Malvasia Nera e Sangiovese. I vini più importanti sono l'Aglianico del Vulture Superiore DOCG e l'omonima DOC. I vigneti sono coltivati fino a 700 metri sul livello del mare, sulle pendici del Monte Vulture, un vulcano spento.

Torna su Torna su