Caratello – I vini italiani
Deal des Tages

Panoramica regioni

Toscana Maremma

La Maremma comprende la Toscana meridionale e parte del Lazio settentrionale. Il suo fulcro è la piatta fascia costiera, interrotta dai crinali dei Monti dell'Uccellina, originariamente paludosa, che in epoca romana si chiamava Maritima Regio. Di conseguenza, i villaggi spesso aggiungono l'epiteto "Marittima" al loro toponimo, anche se non si trovano in riva al mare. La città più grande della Maremma è Grosseto. L'agricoltura e il turismo rappresentano la principale economia locale. Già negli anni '80 sono stati fatti grossi investimenti nella viticoltura e le migliori piante, comprese le varietà internazionali, hanno qui raggiunto prezzi elevati come "Supertoscani". Da allora, un gran numero di importanti produttori di vino da tutta l’Italia ha piantato nuovi vigneti e in alcuni casi ha costruito cantine architettonicamente spettacolari. La Maremma produce un vino DOCG (Morellino di Scansano) e dal 2011 una serie di vini DOC. Se all'interno della DOC Maremma un vino riporta il nome della varietà in etichetta, la quota di quella specifica varietà deve essere almeno dell'85%.

La zona di produzione comprende 23 comuni della provincia di Grosseto. Le varietà bianche principalmente allevate sono: Ansonica (Inzolia), Chardonnay, Sauvignon, Trebbiano, Vermentino e Viognier. I rossi sono soprattutto: Sangiovese, Alicante, Cabernet Sauvignon, Canaiolo, Ciliegiolo, Merlot e Syrah. In piccola parte vengono vinificati anche come Vendemmia Tardiva o Passito.

Torna su Torna su