Caratello – I vini italiani
Deal des Tages

Aspetti salutari dell'olio d'oliva

L'olio d'oliva è stato riscoperto come la medicina dei tempi antichi: Ramses II ha combattuto ogni tipo di malattia con l'olio d'oliva; Plinio il medico consigliò due liquidi al suo paziente, vino da bere e olio d'oliva per le applicazioni. La famosa Hildegard von Bingen fece esattamente lo stesso, e con lei un gran numero di medici dall'antichità fino ai tempi moderni.

Gli effetti dell'olio d'oliva sulla salute sono stati recentemente riscoperti e studiati scientificamente. Ma siamo solo all'inizio. Nessuno può ancora dire in dettaglio quale delle oltre mille sostanze attive influiscano sulla salute.

Con certezza, in ogni caso, ci sono tre elementi dell'oliva di massima importanza per la salute:


1. Gli acidi oleici

Circa un quarto della polpa di un'oliva è costituito da acidi oleici:

  • 76% acidi oleici monoinsaturi
  • 8% acidi oleici polinsaturi
  • 16% acidi oleici saturi

Per lungo tempo l'olio d'oliva è stato trascurato rispetto all'olio di girasole, di lino o di cartamo. Ciò è dovuto principalmente alla piccola quantità di acidi oleici polinsaturi. Tuttavia, nuove scoperte chiariscono che sono gli acidi grassi monoinsaturi ad essere responsabili dell'effetto protettivo sui vasi sanguigni.

L'olio d'oliva è l'unico olio che riduce il colesterolo dannoso LDL, aumentando al contempo il prezioso colesterolo HDL. L'olio di girasole, ad esempio, abbassa il colesterolo LDL, ma a differenza dell'olio d'oliva, riduce anche il colesterolo HDL.


2. I polifenoli

La polpa dell'oliva è ricca di polifenoli, il cui contenuto può variare tra i 15 e gli 800 mg/l.

  • I polifenoli (abbondanti anche nel vino rosso) sono sostanze biologiche antiossidanti che proteggono l'organismo dagli effetti nocivi dei radicali liberi (ROS). Prevengono l'ossidazione del colesterolo dannoso LDL e quindi proteggono dallo sviluppo e dalla progressione dell'arteriosclerosi.
  • In generale, le sostanze antiossidanti come i polifenoli hanno un effetto protettivo sulle cellule del corpo e quindi rallentano il processo di invecchiamento.
  • I polifenoli proteggono le piante dagli attacchi batterici e fungini. Anche per questo motivo l'olio d'oliva è usato con successo come prodotto per la cura della pelle.

3. Vitamina E

L'olio d'oliva contiene tra i 12 e 1 400 mg/l di vitamina E (alfa tocoferolo). La vitamina E è una vitamina antiossidante che protegge dall'arteriosclerosi. Nel Nord Europa le persone hanno relativamente poca vitamina E nel sangue e i decessi per infarto sono statisticamente più rilevanti rispetto alle persone del Sud. La vitamina E e C, utili protezioni contro il cancro, sono peraltro molto presenti nella dieta mediterranea.

Il contenuto di polifenoli e vitamina E può variare notevolmente da olio a olio. La qualità dell'olio è pertanto decisiva: la scelta delle olive, il modo in cui vengono raccolte e la loro lavorazione.

L'influenza dell'olio d'oliva sul piacere e la gioia di vivere non è stata mai studiata scientificamente. Ma questo non è importante: il gusto seducente di un olio d'oliva di prima qualità che si combina armoniosamente con il profumo di un pomodoro fresco o di un formaggio pregiato o con del pane saporito... parla da sé!

Torna su Torna su